avis medesano

più sangue, più vita!

Iscriviti On-Line

Vuoi diventare Donatore di Sangue?

Effettua l'iscrizione on-line qui, verrai reindirizzato al sito dell'AVIS Provinciale di Parma per completare la tua richiesta.

Abbiamo 69 visitatori e nessun utente online

Notizie

Ospedale dei Pupazzi

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Volantino2016

 

Il SISM, L'AVIS Medesano, l'AIDO di Medesano, la Lega contro i Tumori, l'ADMO Parma, ADISCO e i Giovani della Croce Rossa di Medesano, vi invitano a visitare l'Ospedale dei Pupazzi.

PROGETTO “OSPEDALE DEI PUPAZZI” a cura del S.I.S.M. Locale di Parma

 

 

L’Ospedale dei Pupazzi è un’iniziativa dedicata ai bambini, nata a livello internazionale: si tratta di un ospedale per pupazzi e bambole malate, dove i bambini possono conoscere e sperimentare da vicino una visita medica senza essere loro stessi i pazienti, avvicinando il mondo misterioso del Medico con quello del paziente pediatrico. Inoltre, i futuri medici possono imparare ad approcciare questa tipologia di paziente così difficile da avvicinare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 ospedaledeipupazzi

L’Ospedale dei Pupazzi è un progetto dai molteplici scopi, rivolto ad un’ampia varietà di soggetti e realtà. Coinvolge studenti del corso di laurea in Medicina e Chirurgia,
bambini in età prescolare e scolare, genitori, insegnanti delle scuole dell’infanzia o primarie, altre figure professionali specializzate. Inoltre, inserendosi attivamente nel contesto territoriale, interessa le Istituzioni e può avvalersi del supporto di Associazioni partner.
Pertanto può essere considerato un progetto rivolto alla società in genere, la cui tematica centrale è la relazione medico-paziente, nel contesto della professione pediatrica ma anche nella professione medica in generale.

Molti bambini, sia in età prescolare che scolare dimostrano, infatti, paura nei confronti di medici, ospedali e strumenti diagnostici. La paura è in genere da ascrivere ad un ambiente poco accogliente, l’attitudine del personale medico e paramedico (compreso il loro modo di vestire), la mancanza di strumenti e tecniche che siano specifici per i bambini ed attirino la loro attenzione. Questo, oltre al disagio del bambino, determina lo sviluppo di un rapporto di tensione con il medico che può significativamente influire sulla qualità del trattamento.

Avvalendosi del fatto che il momento del gioco costituisce l’attività essenziale dello sviluppo fisico, emotivo e sociale del bambino, abbiamo pensato di sfruttarlo, per aiutare i bambini che si sottopongono a visita medica/ricovero ospedaliero a capire che cosa stia succedendo, minimizzando così la paura, la tensione, l’ansia e la frustrazione di questi momenti. Il contatto con il medico si trasforma così da un' esperienza che il bambino dovrebbe subire ad un momento di interazione ed attività.

Inoltre, poiché il bambino assorbe conoscenze e sentimenti dal mondo che lo circonda, è nel nostro interesse promuovere su un’ampia scala una cultura sulle suddette tematiche, confidando nel supporto di genitori, insegnanti, medici e di tutte le figure educative che possono contribuire a far crescere nei piccoli una maggiore conoscenza e una migliore disposizione nei confronti della figura del medico e dell’ambiente ospedaliero.

 

pupazzo_logo

 

In cosa consiste?

 

Visitando l’Ospedale dei Pupazzi, i bambini, in particolare quelli appartenenti alla fascia d’età tra i 3 e i 7 anni, particolarmente ricettivi nei confronti dei contenuti dell’attività, potranno accompagnare peluche e bambole bisognosi di cura dai pupazzologi (studenti di Medicina). Essi potranno così seguire l’intero corso di una visita in ospedale senza essere loro stessi i pazienti.

 

 

Obiettivi

  • Prevenire o superare le paure dei bambini nei confronti dell’ambiente medico, usando pupazzi e bambole come “transfert”.
  • Valorizzare nei confronti dei bambini e dei genitori il ruolo del Pediatra del Territorio, e in generale del Medico, come alleato nella prevenzione e nella cura.
  • Dare ai bambini la possibilità di vedere da un’altra prospettiva l’ambiente medico, sperimentandolo in modo indiretto sul pupazzo.
  • Instaurare un efficace rapporto di comunicazione tra bambini, genitori, Medici/Studenti di Medicina, Pediatri di famiglia, Specializzandi in Pediatria e Medici Ospedalieri/Universitari. Infatti, lo scopo finale di ogni atto medico dovrebbe essere non solo il trattamento di una patologia, ma anche l’instaurazione di un solido rapporto di fiducia tra il medico e il (piccolo) paziente.

 

Vogliamo mostrare ai bambini che le malattie e la loro cura fanno parte della vita di tutti i giorni, e non vanno interpretate come qualcosa di misterioso e terrificante; inoltre, nello studio del pediatra non si agisce soltanto sulla malattia, ma si fanno interventi di prevenzione, valutazione dello stato di salute e della corretta evoluzione.

  • Dare agli studenti di Medicina la possibilità di cimentarsi in una vera e propria “palestra comunicativa”, per affinare le proprie capacità e mettersi alla prova interagendo non solo col bambino, ma anche con i genitori e le altre figure educative.
  • Migliorare la qualità del ricovero ospedaliero diminuendone l’impatto psicologico sui bambini e di conseguenza anche sui genitori.
  • Ridurre l’angoscia da camice.

Insegnare qualche nozione medica ai piccoli, stimolando la loro naturale curiosità.

 

Come viene realizzato

 

I bambini inventeranno le malattie per i loro piccoli amici, che possono essere visitati e curati nell’Ospedale dei Pupazzi. Il pupazzologo deve raccogliere l’anamnesi chiedendo al genitore del pupazzo (il bambino) le informazioni necessarie. I pupazzi verranno pesati e misurati dalla testa ai piedi per vedere se sono delle giuste dimensioni per la loro età, e verranno visitati, esaminati e trattati per guarire la loro malattia.

Potranno essere utilizzati diversi strumenti per le diagnosi sui pupazzi: stetoscopi veri, macchinari per i raggi X o l’ECG realizzati apposta per l’Ospedale dei Pupazzi, cerotti, bende, abbassalingua, siringhe prive d’ago, etc…

Per realizzare tutto questo verranno coinvolti gli studenti della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Parma, preparati alla loro professione di pupazzologi tramite un corso sull’approccio al piccolo paziente. Verrà inoltre fornita ai pupazzologi una gamma di possibili diagnosi, accorgimenti e prescrizioni tra le quali scegliere nel corso delle visite, oltre ai ricettari e al libretto sanitario del singolo pupazzo su cui si riporteranno risultati della visita e terapie intraprese.

Durante la visita si illustreranno ai bambini auscultazione, palpazione, ispezione della gola, misurazione della temperatura, bendaggio, rilevazione della pressione sanguigna e così via, in base alle “reali” necessità del pupazzo, e sarà possibile effettuare degli interventi di sutura o veri e propri interventi chirurgici in sala operatoria in caso di necessità, sempre con attiva partecipazione del bambino.

Le prescrizioni finali del pupazzologo possono consistere in favole da raccontare, coccole, carezze oppure in medicinali o diete particolari.

Nell’Ospedale è prevista anche una Farmacia, dove i bambini si recheranno con la ricetta dopo la visita. Qui i bambini verranno messi al corrente dell’importanza dell’uso corretto dei farmaci, e riceveranno caramelle o altro materiale per curare i pupazzi.

 

Utenza

 

Il progetto è rivolto, principalmente, alla fascia di età che va dai 3 ai 7 anni. Saranno invitate le scuole materne e le prime classi elementari.
Nelle scuole invitate potrà essere svolta, prima della visita all’Ospedale dei Pupazzi, una discussione sull’ospedale e sulla malattia, o sul ruolo del Medico; potrebbe essere proposto di disegnare l’ospedale e le sue componenti, raccogliendo poi i disegni ed esponendoli all’interno dell’Ospedale dei Pupazzi.

 

Fonte: SISM (Segretariato Italiano Studenti in Medicina).

logo_SISM

 

Nessun evento trovato

Contatti | Calendario Prelievi | Home

AVIS Comunale di Medesano ONLUS piazza Giancarlo Rastelli 3 43014 Medesano Parma - CF 92032720341 - Tel 0525 421454 - Skype: avis.medesano

Copyright © 2014 All Rights Reserved..